Podcast gratis? Cosa sono

Un podcast è una tecnologia che permette di scaricare su qualsiasi dispositivo, uno o più file audio automaticamente e non. Questi file possono essere riprodotti in una sequenza predefinita, ed in modo che la riproduzione venga ripresa da dov’è stata interrotta. L’iscrizione ad un podcast è (quasi sempre) completamente gratuita.

Dopo la definizione più o meno ufficiale, si può dire che un podcast gratis è uno dei migliori modi per usufruire di:

  • conoscenza
  • educazione
  • intrattenimento

in modo semplice, quasi immediato e multipiattaforma, nonché praticamente gratis.

In generale anche meglio del formato video, tranne a mio avviso, la categoria tutorial specifici. Non per niente, in questo ultimo anno, molti youtubers mettono a disposizione il file audio dei loro video, nelle maggiori piattaforme di distribuzione podcast.

L’audio non ti impone una presenza fissa davanti allo schermo di turno. E’ molto user-frendly e il suo consumo non ha confini se non quello della portabilità del device. Che vista l’uso medio personale di uno smartphone oggi, pare alquanto illimitata.

Una risorsa meravigliosa come i podcast italiani, può aiutarti a espandere significativamente il vocabolario, imparare diversi stili di parola, essere interessato alla cultura del paese nel caso tu stia studiando una lingua. Per questo puoi utilizzare canali podcast stranieri.

Fruibilità in movimento, come le attività sportive (camminata, corsa, arrampicata ecc.), di spostamento (lavoro, studio, tempo libero), con mezzi pubblici (tram, bus, treno) e privati (bicicletta, monopattino, moto, auto).

Degustazione nella propria abitazione, seduti rilassati o in movimento sfaccendando. Particolarmente utile nelle ore notturne per i sofferenti di insonnia, tanto che negli USA hanno molto successo i podcast strutturati apposta per questi disturbi.

Podcast gratis

podcast gratis smartphone in mano
Smartphone in mano con design del podcast sullo schermo

Come scritto prima, i podcast gratis sono quasi la totalità. Il concetto primario del podcast, agli albori della sua creazione nei primi anni del 2000, stabiliva la sua fruizione libera grazie anche alla sua distribuzione tramite feed RSS pubblici, totalmente gratuiti.

Dopo quindici anni circa, la situazione non è granché cambiata. Non esistono cifre ufficiali ma sono sicuro che i podcast gratis italiani siano al 99% del totale. Perché ne sono così sicuro?

Semplicemente perché i podcast a pagamento sono distribuiti solo tramite poche piattaforme, ad esempio Audible e Storytel. Alle quali si aggiungono alcune testate giornalistiche, come ad esempio Repubblica e Il Post, nonché alcuni Podcaster attraverso i loro stessi siti web.

Esistono anche piattaforme di crowdfunding tipo Patreon, che usa feed RSS segreti mediante i quali solo gli abbonati ai loro utenti possono accedere agli spettacoli. Si tratta di abbonamenti a pagamento mensile, anche di pochi dollari, con i quali gli stessi produttori si finanziano.

Spreaker è la prima società di distribuzione che ha implementato un programma di monetizzazione per podcast gratis in Italia. Vengono inseriti su richiesta dell’autore degli spazi pubblicitari, solitamente all’inizio e alla fine di una puntata, ma a seconda della durata anche all’interno. Praticamente come fa Youtube nei video.

Si tratta di numeri molto bassi rispetto al totale dei canali podcast presenti gratuitamente in rete. Dunque, tutto quello che trovi nelle principali piattaforme di distribuzione podcast gratis, come iTunes, Spreaker, Spotify e Google Podcasts, sono gratis. Per scaricare, ascoltare in streaming e abbonarsi al canale non è dovuto nulla.

Podcast italiani come trovarli

Listen Notes lente come trovarli

I podcast italiani si possono trovare tramite un semplice motore di ricerca come Google. Da non molto tempo infatti – affiancando il vocabolo “podcast” a quello che vuoi cercare – esce una lista specifica di contenuti audio relativi alla tua ricerca.

A onor del vero, siamo ancora molto lontani dalla precisione con cui Montaiun View ci ha abituato, ma è comunque un primo passo.

Il modo più facile per trovare qualcosa da ascoltare, rimane l’app dedicata ai podcast. Preinstallata sui sistemi iOS, lo sarà presto anche su Android tramite Google Podcasts. In alternativa, se queste due prime app non dovessero soddisfarti, ne esistono di molto valide sviluppate da terzi, con maggiori caratteristiche e funzioni da soddisfare anche il più esigente degli utenti. Puoi trovarle negli Store di appartenenza, e possono essere gratis o a pagamento.

Infine puoi utilizzare un motore di ricerca specifico, l’unico esistente, per soli podcast gratis italiani e non: Listen Notes. Ha pure una sezione per l’Italia che funziona abbastanza bene, non perfetta ma con qualche aggiustamento i risultati sono molto soddisfacenti.

Registrati per attivare il link!

LivelloCosto 
Free Gratuito Seleziona
Premium 5.00€ ogni Mese. Seleziona
Ultimate 20.00€ ogni Mese. Seleziona

← Torna alla Home

Tutti i modi sopra descritti, ti permettono di trovare podcast italiani e stranieri da ascoltare immediatamente, in streaming o scaricandoli per sentirli in seguito. Ci sono però diverse applicazioni, funzioni, metodi e usi che possono fare la differenza mentre ascolti un contenuto audio.

Penso in primis alle caratteristiche di ricerca, ai consigli e raccomandazioni, alla grafica ed esperienza di utilizzo, alle playlist e a tanto altro ancora. Certamente sono problematiche che vengono con l’aumentare dell’ascolto di podcast, ma vedrai che per esperienza personale, non tarderai ad arrivarci.

Ecco perché ti consiglio di leggere Come ascoltare Podcast, un mio articolo che ti spiega come iniziare l’ascolto con il piede giusto.

Non perderti i migliori contenutiISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.